Get Adobe Flash player

logominiPulcinella di professione oste, marito geloso e padre-padrone, uscendo di casa raccomanda alla moglie Zeza l’educazione della figlia Vicenzella ormai in età da marito.

La moglie tutt’altro che d’accordo con i principi morali del marito, cerca di combinare il matrimonio della figlia con Don Nicola, studente in medicina di origini calabresi. Ma oltre a Don Nicola a pretendere la mano di Vicenzella c’è anche un nobile Marinaio e il padrone della casa-osteria Don Fabrizio.

Tornato Pulcinella trova in casa questi spasimanti, la sua ira si abbatte sulla moglie, sulla figlia e su Don Nicola che viene preso a schiaffi. L’affronto costa caro a Pulcinella, infatti Don Nicola torna armato di schioppo e spara il futuro suocero.

Vicenzella vedendo il padre morente implora Don Nicola di salvargli la vita con il miracoloso balsamo in suo possesso. Egli accetta a condizione che Pulcinella acconsenta al matrimonio. Alla fine Pulcinella è salvo, Vicenzella e Don Nicola si sposano e Zeza è riuscita nei suoi piani, non resta che invitare tutti al banchetto nuziale tra balli e canti.